Macchina del tempo: Elettrozolla 2009

24 marzo 2018 di M1CR0M4NC3R

Micromancer alla tastiera!
Bentornati sulle pagine virtuali di questo micro-sito. Oggi mi accingo a presentarvi un vero e proprio esperimento, nonché una perla rara.
Quello che state per leggere non è un normale live report, ma un vero e proprio racconto onirico di un microartista che molti anni fa si è trovato in un bell’evento che mi ricorda a grandi linee la Microcon appena svoltasi, anche se in contesti diversi. Non vi dico altro e vi lascio alla lettura del racconto di DJ Minaccia!


Per diversi anni si è svolto questo evento chiamato Elettrozolla, in un campo in un punto imprecisato (nel senso che non me lo ricordo) nella campagna intorno a Falconara. Era organizzato dal Signor Nerto, agitatore degli eventi in zona e fondatore dell’ancora vivo portale http://ner.to .

Leggenda narra, o almeno a me è arrivata così in forma orale tramite terzi, che l’evento si svolgeva in base al tipo di coltura fatta nel campo. Quell’anno è stato dopo la mietitura del grano. Un campo enorme con vari palchi e zone allestiti tramite le balle di fieno. Ricordo che un palco era tutto per noi micromusicisti, non ricordo esattamente le dinamiche ma ricordo giri di telefonate e messaggi con Tonylight e Rocktone Rebel finché ci siamo ritrovati tutti davanti a questo palco fatto di balle di fieno apparecchiato di tutti i nostri aggeggi elettronici con un numero spropositato di Game Boy, Commodore e computer vari tutti collegati a dei mixer collegati in cascata tra di loro. Durante l’allestimento del palco c’è stato un dibattito su come posizionare le casse e non ricordo se Microman o Buskerdroid ha posizionato un paio di casse per terra per ottenere un po’ più di bassi, e ricordo l’euforia generale per quell’escamotage. Io avevo prelevato Rocktone Rebel in stazione, l’avevo accompagnato e poi ospitato a casa mia.

Ricordo che non mi sono mosso da quel palco, senza guardare gli eventi e i concerti negli altri palchi per via dell’euforia e della curiosità di seguire tutti quelli che suonavano micromusic. Quella serata, in un altro palco, avrebbe suonato anche Winston MacNamana, progetto di uno degli Yuppie Flu, e mi ricordo che ero curiosissimo di vedermelo perché si, gli Yuppie Flu mi piacevano un sacco. Mi sono ricordato che suonava solo mentre ero in macchina per tornare a casa in piena notte. Ore e ore di suoni 8 bit per i generi più disparati. Eravamo, se me li ricordo tutti: io (Dj Minaccia), Rocktone Rebel da Genova, Tonylight, Popper (o Pop_X), A Rotten Bit da Milano, Mat64, Pira666 (in realtà ho un vuoto e non ricordo se ci fosse davvero), Buskerdroid, Microman, SecretLab, Flavio, Micropupazzo da Roma, J8Bit che era l’unica donna a suonare. Sicuramente qualcun’altro che ora mi sfugge. Ricordo le risate e gente che balla e che si diverte, casse dritte, onde quadre a non finire. Ricordo pochi dettagli, ricordo Mat64 steso su un materasso insieme a Rocktone Rebel mentre mi prendono in giro per la mia pessima performance volutamente ironica, ricordo Popper e l’esaltazione, io che mi avvicino a Tonylight che gli dico “ha vinto lui” e lui che mi risponde “l’ho scoperto io” nel mezzo del polverone di terra che alzava la gente che ballava.
Ricordo la performance di Micropupazzo e mentre suona mi avvicino e scopro che ha semplicemente mandato play in un lettore CD e sta facendo suonare una calcolatrice, al che mi avvicino e gli dico “ma stai facendo finta!!!” e lui “shh, non dire niente a nessuno”. Il duetto di J8bit e Flavio in piedi sulle balle. Nel complesso me lo ricordo come un “raduno della scena”, suonavamo tra di noi e per noi, poi sì c’era anche altra gente incuriosita a guardarci che ballava e beveva birra. Una felicità diffusa tra i suonatori che non si trova sempre nei festival.

E poi, piano piano è arrivata l’alba, io credo di essermi addormentato da qualche parte per un po’, mi ricordo il cielo che man mano si faceva sempre più chiaro, io e Rocktone Rebel che torniamo a casa salutando tutti. Nel frattempo la voce di quella enorme serata si era sparsa anche tra le forze dell’ordine che bloccavano tutte le macchine in uscita dall’unica stradina e fermavano con i cani antidroga. Il carabiniere di turno ci fermò e ci fece aprire uno zainetto che avevo nel bagagliaio in cui però erano contenuti solo un computer e dei Game Boy. Il carabiniere, alla vista dei Game Boy, ci disse “dai, potete andare”. Arrivammo a casa mia verso le 7 del mattino, controllammo su Internet i treni per Genova e l’unico utile partiva alle 9:30 del mattino, che a saperlo prima ci saremo evitati la sbobba del ritorno a casa e del dormire nemmeno due ore per risvegliarci subito. In quei casi fa meno male non dormire per niente.

Esiste un breve documento video di quella serata epica
https://www.youtube.com/watch?v=opDfu34gc84


Aggiungo che esiste ancora il sito con tutte le informazioni ufficiali dell’evento, con programma e locandina ufficiale del 2009!
http://www.eventiesagre.it/Eventi_Musicali/21025863_Elettrozolla+0009.html

Qui invece trovate DJ Minaccia
https://www.facebook.com/DjMinaccia/

Se vi è piaciuto il racconto e vi ha fatto tornare in mente degli eventi particolari a cui avete partecipato e volete raccontarceli facendoci tornare indietro nel tempo assieme a voi, non esitate a contattarci attraverso la nostra pagina FB
https://www.facebook.com/8bitaly/

In coda vi lascio alcune foto rappresentative di quell’Elettrozolla!

 

 

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più sui cookie e su come controllarne l'abilitazione, accedi alla Cookie Policy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto